Un centinaio di rappresentanti di start-up da tutto il mondo si sono riunite in occasione di un evento formativo organizzato da Igniter 100. Come in una sorta di piccola assemblea delle Nazioni Unite, gli interpreti permettono ai tanti partecipanti di comunicare con perfetta naturalezza, superando le barriere linguistiche. Dal fondo della sala, le interpreti sono state le indispensabili facilitatrici di uno scambio di idee tra realtà, formazioni, paesi del mondo lontani e diversi e, con uno sguardo attento al futuro delle tecnologie e del loro ruolo nell’economia. La posizione di lavoro dell’interprete è spesso nascosta, ma proprio nella capacità di fornire un servizio essenziale senza „ingombrare lo spazio“ (anche in termini di organizzazione e percezione) sta la chiave del nostro lavoro.